Risparmio energetico, ecco l’ascensore a energia zero

Arriva una nuova tecnologia che sfrutta la frenata dell’impianto e un pannello fotovoltaico

| Redatto da

Azzerare i consumi energetici di un'ascensore con la nuova tecnologia messa in campo dalla thyssenkrupp Elevator. In pratica il nuovo sistema, collegato ad un centro di controllo, permette di recuperare energia dalla frenata dell’ascensore e sfrutta insieme un pannello fotovoltaico poco più ampio della cabina, allo scopo di azzerare totalmente il consumo dell’impianto. Si tratta di un'innovazione che migliorerebbe la sua efficienza energetica anche quando questo è fermo grazie a sensori intelligenti che attiverebbero la modalità “stand by” o “hibernate”. Considerando che un ascensore rimane in un edificio in media 15 anni, il risparmio di energia, calcolano, sarebbe piuttosto consistente.

Un ascensore in azione

Il sistema riduce del 10% il consumo degli immobili

Il gruppo internazionale ritiene che il nuovo sistema si potrebbe integrare con tutti i componenti di un ascensore tradizionale. L’impatto dell’ascensore a energia zero potrebbe essere notevole anche nel nostro Paese. In Italia, infatti, c’è il parco ascensori più vasto, ma anche più anziano di tutta Europa: il 40% degli impianti ha più di 30 anni, mentre oltre il 60% non è dotato di tecnologie moderne. Questa innovazione, a detta dell’azienda, promette di ridurre del 10% i consumi totali di tutti gli edifici – per uso pubblico e privato – che nel complesso ammontano al 40% dell’energia elettrica mondiale, rappresentando quindi un passo avanti notevole in termini di sostenibilità.

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette