Temporali improvvisi e violenti: la meteorologia ufficiale non dà denominazioni

Si tratta di fenomeni probabili in questo periodo. Attenzione ai nomi fuorvianti

Temporali improvvisi: niente denominazioni "ad hoc" che generano confusioni e paura

In questi giorni stiamo vivendo giornate caratterizzate da un clima molto instabile, con temporali che si possono formare improvvisamente non soltanto in montagna ma anche in molte zone di pianura e sulle coste. Fenomeni che, localmente, possono essere violenti, e dunque accompagnati da fulmini, forti raffiche di vento, nubifragi e, di conseguenza, da allagamenti improvvisi. Si tratta di una situazione che non va sottovalutata ma che, durante il periodo estivo, sul nostro Paese non è eccezionale. In estate, infatti, l’arrivo di correnti fresche che incontrano gli strati di aria calda e umida presenti al suolo determina condizioni favorevoli allo sviluppo di temporali, ben più numerosi rispetto ai classici temporali di calore, sempre possibili durante i pomeriggi estivi. Per questo motivo, non si giustifica l’utilizzo di denominazioni inventate “ad hoc”, come nel caso del termine “flash storm”: termine che in meteorologia non trova alcun riscontro, e che può dunque ingenerare confusione, se non addirittura paure ingiustificate nella popolazione.

Temporali improvvisi: niente denominazioni "ad hoc" che generano confusioni e paura

Altre news

Caldo africano in Spagna

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette