Nell'inverno dei record un febbraio che rimarrà nella storia

L’inverno 2013-2014 si è aggiudicato una doppia medaglia d’argento classificandosi al 2° posto sia per le temperature elevate (anomalia di +2.06°C), sia per l’abbondanza delle piogge (anomalia di +86%). In realtà per quanto riguarda le temperature, la differenza rispetto al 1° posto (occupato dal famoso inverno del 2007) è di soli 2 centesimi di grado, quindi si può parlare senza grossi errori di primato a pari merito col 2007; senza alcuna incertezza, invece, spicca il 1° posto sulle temperature minime che, con uno scarto dalla media di +2.18°C, permette di precisare come non ci sia mai stato un inverno con temperature notturne mediamente così elevate. Anche le precipitazioni invernali evidenziano in qualche modo un primato rappresentato dagli accumuli sulle regioni settentrionali che, con un’anomalia di +193% (quasi il triplo del normale), elevano quello appena trascorso a inverno più piovoso di sempre al Nord; naturalmente, viste queste caratteristiche, sulle Alpi a quote medio-alte la neve è stata decisamente abbondante con accumuli fino a 7-8 metri e, quasi certamente, anche senza l’ausilio di dati oggettivi, si può affermare che sui rilievi alpini si è trattato di uno dei più “nevosi” inverni della storia recente.

IL FEBBRAIO PIU' CALDO DEGLI ULTIMI 200 ANNI

Febbraio ricalca le caratteristiche dell’intera stagione con temperature costantemente elevate e precipitazioni frequenti e abbondanti. In particolare si tratta del febbraio più caldo degli ultimi due secoli con un’anomalia davvero notevole di +3.1°C a livello nazionale che diventa addirittura +4°C se si considera il Nordest e +3.8°C al Centro. In effetti sono stati registrati anche dei record storici, specie nella seconda decade del mese, ad esempio a Roma con 17°C di minima e 22°C di massima sono stati battuti record bi-secolari relativi proprio alla seconda decade; ma anche altre città si sono fatte valere con nuovi record, come i 26.3°C di Pescara, i 25.3°C di Lamezia, i 23°C di Cagliari e i 22°C di Potenza. Tutto ciò confermato anche dalle scarsissime gelate notturne che si sono verificate nell’arco del mese anche al Nord (a Milano come in molte altre città le temperature minime non sono mai scese sottozero!).

IL FEBBRAIO PIU' CALDO DEGLI ULTIMI 200 ANNI

FEBBRAIO 2014 TRA PIOGGE, NEVE E GRANDINATE FUORI STAGIONE

Il clima caldo è stato accompagnato da molte piogge, a causa dell’incessante passaggio di perturbazioni che si sono rivelate particolarmente intense soprattutto nella prima parte del mese. Con un’anomalia di +154% si è trattato del 2° mese di febbraio più piovoso degli ultimi 50 anni dopo quello del 1972, e questo grazie agli accumuli estremi registrati nel Nord dove è piovuto più del quadruplo rispetto alla media. In totale si è trattato di ben 13 perturbazioni, più gli ultimi effetti della perturbazione n.10 di gennaio, per un totale di 26 giorni perturbati su 28, una quantità esorbitante considerato il fatto che si tratta del mese più breve dell’anno. Nella prima decade del mese si sono verificate anche delle situazioni critiche in molte zone del Nord, regioni tirreniche e ioniche: in particolare a inizio mese fra Calabria e Sicilia accumuli fra 300 e 500 mm in 48 ore e 3 vittime sull’isola. La neve è caduta abbondante in tutto l’arco alpino, ma solo in pochissime occasioni si è vista anche bassa quota, e questo soprattutto sulle pedemontane del Nordovest e in Piemonte. Nella seconda parte del mese ha cominciato a prendere vita con largo anticipo l’instabilità tipica delle stagioni più calde con temporali e grandinate che sono andate a interessare oltre alle regioni centro-meridionali anche quelle settentrionali, comprese le Alpi dove sono stati osservati anche dei rari (per febbraio) temporali di neve. Più rare ancora le grandinate al Nord, in particolare quella che ha colpito e imbiancato Milano la sera di mercoledì 26 (primo caso accertato di grandine in febbraio nel capoluogo lombardo).

FEBBRAIO 2014 TRA PIOGGE, NEVE E GRANDINATE FUORI STAGIONE

Pubblicato in data 13 marzo 2014

Resoconto statistico a cura del meteorologo Simone Abelli 

Nell'inverno dei record un febbraio che rimarrà nella storia - Previsioni | METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette