India, allerta per l'arrivo del ciclone Phailin

Il ciclone Phailin ha già raggiunto  le coste orientali del Paese con categoria 4, causando le prime 7 vittime, tutte colpite da alberi caduti per la forza dei venti che soffiano a più di 240 km/h.  Le autorità degli Stati indiani di Andhra Pradesh e Orissa hanno avviato un piano di emergenza per il trasferimento di oltre 500.000 persone che vivono sul litorale. E' attesa inoltre una devastante storm surge, ossia un'anomala onda di marea, alta dai 3 ai 5 metri. Si tratta di sorta di parete d'acqua che si solleva in caso di cicloni ed è la principale causa di vittime, essendo anche  più pericolosa e letale delle raffiche di vento. Le dimensioni di questo ciclone ricordano molto da vicino quelle dell'uragano Katrina, che colpì gli Usa nel 2005, causando 1200 vittime e moltissime devastazioni, specie nella zona di New Orleans. Phailin è il più violento ciclone degli ultimi 14 anni in India: nel 1999 più di 10 mila persone furono vittime di un super ciclone che colpì le stesse zone. 
Secondo le previsioni il ciclone verrà  declassato a depressione tropicale nelle prossime ore e continuerà la sua avanzata verso nord-est, indebolendosi ulteriormente per poi esaurirsi. 

India, allerta per l'arrivo del ciclone Phailin  - Previsioni | METEO.IT

Venti a 240 km/h

Venti a 240 km/h

Tragico bilancio anche per Nari

Un altro tifone, Nari, dopo essersi abbattuto sulla costa orientale delle Filippine ha causato un drammatico bilancio: sono 8 i morti e 7 i dispersi (tutti pescatori), con oltre 2 milioni di persone rimaste al buio per un black out causato dalle forti piogge. Rinviata la visita a Manila del segretario di stato Usa John Kerry a causa dello stesso tifone.

Tragico bilancio anche per Nari

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette