Incendi in California. Bruciati più di cento chilometri quadrati di territorio

I roghi sono divampati a causa dei venti forti e della siccità che da mesi colpisce lo stato americano

Da giorni la California è flagellata da incendi che hanno già bruciato più di 100 chilometri quadrati di territorio e hanno raggiunto la costa a Nord Ovest di Los Angeles. I roghi sono alimentati dai venti di Santa Ana, venti caldi e secchi che soffiano dall’entroterra verso l’oceano con raffiche fino a 120 km/h e che portano l’umidità relativa a livelli molto bassi (intorno al 5%). Queste condizioni hanno come causa un anomalo promontorio di alta pressione responsabile anche di temperature su valori record, oltre i 30 °C in molte zone della California meridionale. Inoltre gli incendi sono favoriti dalla grave siccità che ha colpito negli ultimi mesi lo stato californiano. Negli ultimi tre mesi in particolare il deficit delle precipitazioni rispetto alla media è stato quasi ovunque superiore al 50%, con punte di oltre l’80%. 

Incendi in California. Bruciati più di cento chilometri quadrati di territorio - Previsioni | METEO.IT

Nell’immagine del satellite Terra della Nasa si vede un vasto incendio a circa 50 miglia a nord di Los Angeles, con il pennacchio di fumo esteso verso l’oceano.

Incendi in California. Bruciati più di cento chilometri quadrati di territorio - Previsioni | METEO.IT

Maggio 2013


► L'eccesso di anidride carbonica potrebbe modificare le condizioni meteo
► Resoconto climatico di aprile

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette