LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

Meteo Smog

Powered by Arianet

L’indice di qualità dell’aria (IQA)

Da ottima a pessima: l’indice di qualità dell’aria (IQA) è calcolato a partire dai valori di concentrazione dei principali inquinanti in atmosfera e viene utilizzato per comunicare in modo semplice ed efficace lo stato dell’aria che respiriamo. Poiché secondo la letteratura scientifica non è possibile definire soglie precise al di sotto delle quali vi sia completa assenza di effetti sulla salute, le classi di valori dell’IQA vengono associate a definizioni che hanno uno scopo puramente comunicativo.

Le classi dell’indice di qualità dell’aria sono 6:

  • Ottima: la qualità dell’aria è eccellente.
  • Buona: la qualità dell’aria è considerata soddisfacente.
  • Accettabile: a qualità dell’aria non presenta rischi per la salute anche se le concentrazioni di alcuni inquinanti superano i valori considerati di fondo (vale a dire le concentrazioni naturali).
  • Mediocre: la qualità dell’aria è ancora considerata accettabile. Un ristretto numero di persone particolarmente sensibili potrebbero accusare però lievi effetti negativi sulla salute.
  • Scadente: la qualità dell’aria è poco salubre. Ogni individuo può riscontrare effetti negativi sulla salute che diventano più seri nel caso dei gruppi sensibili.
  • Pessima: tutta la popolazione risente di effetti negativi sulla salute.

Per la definizione dell’IQA vengono monitorati gli inquinanti dell’aria come PM10 (particolato atmosferico), NO2 (biossido di azoto), O3 (ozono). La loro concentrazione nell’aria è calcolata in valori percentuali rispetto al limiti di legge. Il valore più alto registrato tra questi inquinanti serve a stabilire in quale classe rientra l’aria monitorata.

L’indice di qualità dell’aria (IQA) - Previsioni | METEO.IT

Esempio: un valore di IQA per il PM10 uguale a 90 (tonalità arancione) sta ad indicare che la concentrazione media giornaliera di PM10 è il 90% di 50 µg/m3 (limite di legge). Se questo è il valore più alto rispetto agli indici calcolati per NO2 e O3, viene assegnato all’indice complessivo.

* µg/m3: microgrammo per metro cubo. Il microgrammo corrisponde a 1 milionesimo di grammo

La seguente formula matematica descrive in dettaglio come viene calcolato l’IQA:

L’indice di qualità dell’aria (IQA) - Previsioni | METEO.IT

dove Vi per i vari inquinanti, corrisponde rispettivamente a:
PM10    concentrazione media giornaliera,
NO2      massimo giornaliero delle concentrazioni medie orarie,
O3         massimo giornaliero delle concentrazioni medie calcolate su 8 ore,
e Vrif_i al valore limite previsto dalla normativa vigente:
PM10    50 µg/m3
NO2      200 µg/m3
O3        120 µg/m3

Previsione

Il tempo va migliorando

Il tempo va migliorando

Da giovedì si rinforza l'alta pressione: si apre una fase più stabile e calda

Ultime news

Le news più lette