LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

Xavier: non un uragano, ma una violenta tempesta di vento sull'Europa

Forti venti hanno insistito sull'Europa centro-settentrionale con raffiche anche superiori ai 100 km/h: la tempesta di vento ha causato almeno sette morti in Germania e in Polonia

| Redatto da Meteo.it

L'Europa settentrionale è stata flagellata dall'arrivo della tempesta Xavier, una violenta depressione extra tropicale che è stata nominata così dall'Università di Berlino, l'unica istituzione che attribuisce nomi ufficiali alle tempeste che interessano il nostro continente.  

La depressione si è intensificata nelle ultime 48 ore tra Scandinavia e Islanda, ed il suo centro si trova ora sulla Finlandia meridionale. 
Questa struttura ha innescato ieri forti venti che hanno spazzato l'Europa settentrionale con raffiche che hanno superato localmente i 100-110 km/h
Sul nostro continente, infatti, è presente una vasta area di bassa pressione che coinvolge tutta l’Europa centro-orientale, il cui centro si trova posizionato nel nord della Russia, e una depressione secondaria, in formazione in prossimità dell’Italia, collegata a un fronte nuvoloso che ci sta raggiungendo dopo aver scavalcato la barriera alpina.
Il flusso settentrionale tra le due strutture indirizza verso l’Italia e i Balcani aria decisamente più fresca che si riversa alle basse latitudini con venti anche forti e con conseguente sensibile calo delle temperature.

Il fronte freddo avanzato sarà responsabile nelle prossime ore di numerosi rovesci o temporali tra l’Adriatico e i Balcani. Alle sue spalle non mancano ulteriori precipitazioni che in forma sparsa coinvolgono molte aree dell’Europa centro-orientale fino alle latitudini scandinave. A nord-ovest infine un fronte caldo in avvicinamento dall’Atlantico insidia già la propaggine anticiclonica con nuvole e piogge in estensione entro sera a Irlanda, Scozia e nord dell’Inghilterra.

In Germania la violenta tempesta ha causato gravi danni e disagi soprattutto a causa dei suoi forti venti, per lo più a Berlino e nella zona di Amburgo. Provocando la caduta di alberi, il forte maltempo ha lasciato centinaia di migliaia di persone senza elettricità e causato la morte di almeno sette persone: sei in Germania e una in Polonia, dove la tempesta 

Xavier: non un uragano, ma una violenta tempesta di vento sull'Europa | NEWS METEO.IT

La tempesta Xavier

Nessun uragano sull'Europa: come i tifoni, gli uragani identificano esclusivamente i cicloni tropicali.

L'attribuzione erronea del nome di "uragano" a questa fase di maltempo è dovuta probabilmente alla intensità del vento e alla sua classificazione. L'intensità del vento e delle raffiche è stata eccezionale: secondo la scala Beaufort hanno raggiunto Forza 12, ossia un'intensità da uragano.
Secondo questa scala vengono classificate, ad esempio, le tempeste tropicali a cui viene attribuito il nome di "uragano" o "tifone" quando i venti medi, in movimento circolare, superano la soglia del 117 km/h. Ma non è sicuramente questo il caso. 

La tempesta Xavier deve il suo nome all'Università di Berlino, l'unica istituzione che attribuisce nomi ufficiali alle tempeste che interessano l'Europa. 

La tempesta Xavier

Ultime news

Le news più lette