MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ Slice 1 TGCOM24 MT_mari_ MT_mari_map MT_mari_ MT_mari_map MT_mari_ MT_mari_map MT_mari_ MT_mari_map - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Artboard 2 Copy Artboard 1 MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

Scoperta la stella più piccola di sempre

E' poco più grande di Saturno, si trova a 600 anni luce dalla Terra e ha una sigla per nome. Ma è comunque una scoperta straordinaria. Ecco perché

| Redatto da Meteo.it

Più piccola di Giove ma poco più grande di Saturno: si chiama Eblm J0555-57Ab ed è la stella più piccola mai avvistata dall'uomo. Dista dalla Terra 600 anni luce e fa parte della costellazione del Camaleonte. Nonostante abbia una massa al limite, la si può chiamare stella perché ha la capacità - come il Sole - di fondere l'idrogeno: per farlo serve una massa del 7,5-8%. A scoprirla, gli astronomi dell'Università di Cambridge. "È come cercare di vedere una candela di fianco ad un faro", è stato il commento di Amaury Triaud, ricercatore del team che ha scoperto la stella senza averla cercata. La stellina da record infatti è stata avvistata grazie al suo passaggio davanti alla sua compagna, un’altra stella notevolmente più luminosa e che eclissa EBLM J0555-57. Il passaggio è avvenuto proprio mentre i ricercatori ne stavano analizzando la luminosità, in cerca di altri pianeti.

Stella

L'importanza della scoperta sta nel fatto che questo tipo di stella è considerato dagli astronomi promettente per la vita. La sua massa è comparabile a quella stimata per TRAPPIST-1, ma con un livello di radiazioni inferiori di circa il 30% rispetto alla stella extra Sistema Solare, il che la renderebbe più adatta a illuminare un pianeta capace di ospitare la vita. Tra l'altro EBLM J0555-57 è il tipo di stella più diffuso nell'universo. Ma a causa della sua scarsa luminosità rimane quasi sempre invisibile agli strumenti scientifici.

Ultime news

Le news più lette