LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

Zanzare: in futuro potremmo riuscire ad allontanarle mangiando cibi speciali

L'Università della California è al lavoro per sviluppare nuovi prodotti da frutta e piante, profumati ed efficaci

| Redatto da Meteo.it

Tenere lontane le zanzare grazie a elementi totalmente naturali. Potrebbe essere presto possibile grazie a un nuovo repellente sviluppato da Anandasankar Ray, professore al dipartimento di Entomologia dell'Università della California e direttore del Center for Disease Vector Research dell'ateneo del Golden State. Nel cordo di ricerche decennali lo specialista ha studiato la sviluppatissima capacità delle zanzare di percepire gli odori umani ed esserne attratte. Quando si suda, ricorda Ray, si emette anidride carbonica: una sostanza alla quale le zanzare sono molto sensibili e che permette loro di individuare, semplicemente seguendo le scie lasciate dall'uomo, una fonte di sangue sicura. Il segreto per tenerle alla larga è dunque quello di ingannare i loro radar naturali.

zanzara

Dal 1950 l'inibitore più usato in tal senso, e presente in quasi tutti i repellenti in commercio, è la dietiltoluamide, meglio nota come Deet. Si tratta di una sostanza molto efficace, ma capace di provocare diverse reazioni negative come rush cutanei. Inoltre il Deet è un prodotto troppo costoso per poter essere esportato in parti del mondo dove patologie come la malaria costituiscono un grave problema. Così il professor Ray ha iniziato a studiare il modo in cui il Deet raggiunge e respinge le zanzare per trovare valide alternative naturali raggiungano gli stessi risultati. “Abbiamo vagliato quasi mezzo milione di sostanze chimiche in un giorno e identificato circa 1000 nuovi sostituti del Deet”, ha sostenuto Ray. Il professore ha inoltre precisato che molte di queste sostanze chimiche provengono da frutta e piante e, oltre a essere sicure per l'uomo, saranno in grado di tenere lontane le zanzare emettendo profumi come quello del legno di sandalo o del fiore d'arancia”.

Ultime news

Le news più lette