LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

Acqua contaminata: l'OMS lancia l'allarme

Quasi due miliardi di persone sono a rischio

| Redatto da Stefania Andriola

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato un nuovo rapporto da cui emerge una notizia allarmante: quasi due miliardi di persone sono costrette a utilizzare, per bere e lavarsi, una fonte di acqua contaminata, in particolare con materia fecale, rischiando così di contrarre malattie mortali come la dissenteria, colera, tifo e poliomielite. I Paesi non stanno aumentando abbastanza velocemente la spesa per raggiungere uno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) fissati dall'Agenda 2030, ovvero quello dell'accesso universale ad acqua e servizi igienico-sanitari sicuri. 

Acqua contaminata: l'OMS lancia l'allarme | NEWS METEO.IT

Secondo il resoconto di Maria Neira, direttrice del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'OMS, l’alimento più prezioso è spesso causa di morte provocando oltre 500 mila decessi per diarrea ogni anno ed è un fattore importante di rischio per molte malattie tropicali trascurate, tra cui vermi intestinali, schistosomiasi e tracoma. Secondo il rapporto "Analisi globale e valutazione di igiene e di acqua potabile (GLAAS) 2017" realizzato da UN-Water (il coordinamento specifico tra agenzie delle Nazioni Unite), negli ultimi 3 anni i Paesi hanno aumentato i loro budget per l'acqua e i servizi igienici ad un tasso medio annuo del 4,9%.

Acqua contaminata: l'OMS lancia l'allarme | NEWS METEO.IT

Ma l'80% dei Paesi sostiene che il proprio finanziamento non sia ancora sufficiente per soddisfare gli obiettivi, fissati a livello nazionale, al fine di aumentare l'accesso all'acqua potabile e ai servizi igienici. Secondo le cifre della Banca mondiale, citate dall'OMS, il denaro investito nelle infrastrutture dovrebbero triplicare. L'obiettivo globale non sarà raggiunto a meno che non siano prese misure per utilizzare le risorse finanziarie in modo più efficiente e aumentare gli sforzi per identificare nuove fonti di finanziamento. L’OMS si pone come obiettivo il 2030, data in cui si vuole arrivare a garantire l'accesso universale ad acqua e servizi igienico-sanitari sicuri e alla gestione sostenibile delle risorse idriche.

Acqua contaminata: l'OMS lancia l'allarme | NEWS METEO.IT

Ultime news

Le news più lette