LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

C?è un nuovo cacciatore di buchi neri nella galassia. E parla italiano

Il team tricolore è stato incaricato dalla Nasa per fare luce sulle sorgenti cosmiche tuttora misteriose

| Redatto da Meteo.it

A partire dal 2020, nello spazio, viaggerà un nuovo cacciatore di buchi neri. E parlerà anche italiano. Si tratta di un satellite della Nasa, pensato per la missione ?Ixpe? e progettato nell?ambito dell?accordo siglato tra l?Agenzia spaziale italiana (Asi) e quella americana per l?appunto. Ixpe (Imaging X-ray Polarimetry Explorer) è stata selezionata dalla Nasa lo scorso gennaio e dovrebbe partire nel novembre del 2020. Il suo obiettivo sarà individuare le concentrazioni di raggi X provenienti da sorgenti cosmiche misteriose come i buchi neri. Il tempo previsto per raccogliere i dati a portare a termine il compito è stato fissato in due anni.

Buchi neri

Il satellite avrà a disposizione tre rilevatori di raggi X chiamati Gpd, ovvero Gas pixel detectors, sviluppati in Italia dall?Inaf, Istituto nazionale di astrofisica che guida anche il gruppo scientifico italiano della missione, in collaborazione con l?Istituto di fisica nucleare (Infn). Questi dispositivi, che saranno impiegati per la prima volta su un satellite scientifico, sono in grado di effettuare misure ad alta precisione degli spettri energetici e di produrre immagini e curve di luce. Per Roberto Battiston, presidente dell?Asi che ha firmato l?accordo con la Nasa, questa collaborazione rappresenta ?la dimostrazione che sappiamo lavorare e sappiamo farlo ad alti livelli?.

Ultime news

Le news più lette