Meteo Italia. Temperature oltre la media nella seconda parte della settimana

Fino a venerdì tempo variabile in tutta Italia, con l'Epifania arriverà la quinta perturbazione del 2018 che porterà maltempo soprattutto al Nord-Ovest

| Redatto da Meteo.it

L’Italia sta vivendo una fase caratterizzata da intensi venti occidentali che determineranno tempo variabile fino a venerdì 5 gennaio. Nel giorno dell'Epifania, sabato 6 gennaio, il paese sarà raggiunto dalla quinta perturbazione del 2018, che porterà precipitazioni abbondanti soprattutto al Nord-Ovest, con un coinvolgimento più marginale delle regioni di Nord-Est che dovrebbero essere interessate, probabilmente, nel giorno di domenica 7.
Nei prossimi giorni il Paese continuerà a essere raggiunto da aria temperata di origine oceanica, che manterrà le temperature al di sopra della norma, in gran parte delle nostre regioni, probabilmente per tutta la prima decade di gennaio. Il clima sarà particolarmente mite al Centro-Sud, dove si registreranno valori tipici della stagione primaverile.

Leggi qui le previsioni aggiornate per le prossime ore.

Meteo Italia. Temperature oltre la media nella seconda parte della settimana | NEWS METEO.IT

La tendenza

La giornata di venerdì, come quelle che la precedono, trascorrerà all'insegna di una spiccata variabilità. Si alterneranno annuvolamenti e schiarite, che saranno più ampie, al mattino, sulle pianure del Nord-Ovest: qui potrebbero favorire la formazione di nebbie. Tra la sera e la notte intensificazione della nuvolosità sulle regioni settentrionali con le prime deboli piogge o pioviggini tra Liguria, Piemonte orientale e Lombardia occidentale, e deboli nevicate nel settore alpino e prealpino centrale, oltre i 1.000-1400 metri. Temperature in ulteriore generale aumento: registreremo valori tra i 15 e i 20 gradi al Centro-Sud e nelle Isole. I venti, in parziale attenuazione, soffieranno moderati sud-occidentali in tutto il Centro-Sud.
Nel weekend dell’Epifania si conferma l'avanzare della perturbazione numero 5 di gennaio, che sarà molto più intensa delle precedenti.
Un primo marcato peggioramento del tempo sarà evidente all'estremo Nord-Ovest già dalla giornata di sabato 6 gennaio. Gli effetti più rilevanti in termini di precipitazioni dovrebbero riguardare le regioni del Centro-Nord , che saranno raggiunte dal sistema perturbato tra domenica e lunedì. In queste zone saranno possibili precipitazioni localmente abbondanti. Questa nuova fase di maltempo favorirà anche nuove nevicate in tutto il settore alpino e prealpino, particolarmente abbondanti nel settore centro-occidentale, ma a quote medio-alte (solo in Piemonte la quota neve potrebbe portarsi poco sotto i 1000 metri, altrove si attesterà mediamente attorno ai 1.200-1.400 metri). I venti di Scirocco nel fine settimana porteranno un clima primaverile soprattutto al Centro-Sud, dove le temperature massime si manterranno in molte zone su valori vicini ai 20 gradi e localmente oltre.

La tendenza

Ultime news

Le news più lette