LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

Meteo Italia. Freddo in arrivo nel weekend: sabato rischio di neve a bassa quota tra Romagna e Marche

Nuovo affondo di aria artica: sensibile calo delle temperature a partire dal Nord con possibili fiocchi sabato mattina fino a bassa quota tra Emilia orientale, Romagna e nord delle Marche

| Redatto da Meteo.it

La tendenza

La perturbazione in arrivo venerdì sarà seguita da aria molto fredda di origine artica: le gelide correnti artiche causeranno un nuovo brusco calo delle temperature a partire da sabato quando saranno possibili delle nevicate fino a bassa quota lungo l’Appennino. Non si possono escludere, nelle prime ore di sabato, delle nevicate fino in pianura in Emilia Romagna.

Sabato in particolare il tempo sarà soleggiato al Nord-Ovest. Nel resto del Paese cielo in prevalenza nuvoloso o molto nuvoloso con tendenza a schiarite dal pomeriggio su alta Toscana e Sardegna. Precipitazioni più probabili nelle regioni adriatiche, al Sud e sulla Sicilia, al mattino in forma residua anche in Emilia Romagna, in Umbria e nel Lazio.
Limite delle nevicate in calo lungo la dorsale appenninica: fino a quote di pianura tra Emilia orientale, Romagna e nord delle Marche; fino a 500-800 metri sull’Appennino centrale; 1000-1300 metri su quello meridionale. Fenomeni nevosi localmente intensi al mattino tra Romagna e Marche settentrionali.

Dalla sera tendenza a un generale miglioramento nelle regioni centrali e su Campania, Basilicata e Puglia. Temperature minime in calo al Centro-Nord, in ulteriore sensibile aumento al Sud e sulla Sicilia; massime in generale diminuzione, più sensibili sulle Alpi, all’estremo Nord-Est e nelle regioni centrali adriatiche. Sarà una giornata molto ventosa per venti in prevalenza settentrionali al Centro-Nord e sulla Sardegna, venti occidentali al Sud. Raffiche fino a 80-90 km/h nelle regioni adriatiche al Sud e sulle Isole. Foehn al Nord-Ovest. Mari da molto mossi a molto agitati.

La tendenza

Tra domenica e lunedì nuovo affondo di aria gelida, vento, pioggia e neve

Domenica vivremo una brevissima tregua dal maltempo in attesa di una nuova perturbazione molto intensa, la numero 3 del mese, che dovrebbe raggiungere l’Italia entro la fine della giornata. Fino al primo pomeriggio osserveremo ampie schiarite, in alcuni casi anche particolarmente ampie, soprattutto nelle regioni orientali. Entro sera la nuvolosità tornerà ad aumentare a partire dal Nord-Ovest dove in nottata potrebbero giungere le prime precipitazioni nevose. Clima particolarmente freddo in tutto il Paese con temperature in ulteriore diminuzione, molto sensibile al primo mattino, abbondantemente sotto lo zero al Centro-Nord. Il vento tenderà ad attenuarsi temporaneamente.

Gli effetti di questa nuova perturbazione si faranno sentire soprattutto nella giornata di lunedì, caratterizzata da tempo molto perturbato, piovoso con venti fino a tempestosi al Centro-Sud. Al Nord rischio neve fino a quote basse, specialmente nella prima parte della giornata e al Nord-Ovest. Si tratta di una tendenza con un elevato grado di incertezza specialmente per quanto riguarda il limite delle nevicate sulle regioni settentrionali, per questo vi invitiamo a seguire gli aggiornamenti.

Tra domenica e lunedì nuovo affondo di aria gelida, vento, pioggia e neve

Ultime news

Le news più lette