Meteo Italia. Domenica forti piogge e temporali al Nord

Caldo anomalo al Sud: picchi di 25°C in Sicilia. Inizio di settimana con tempo instabile

| Redatto da Flavio Galbiati e Judith Jaquet

La tendenza meteo della settimana

La perturbazione che mercoledì ha investito l’Italia si è trasferita sui Balcani: tempo in miglioramento quindi sul nostro Paese. Anche venerdì avremo una giornata di tregua, sebbene con tempo non sempre soleggiato. Le piogge saranno comunqe per lo più assenti.

Leggi qui le previsioni aggiornate per le prossime ore.

Per le regioni del Centro-Nord e la Sardegna, le notizie per il fine settimana non sono però altrettanto buone. Questa parte del Paese, infatti, sarà interessata da una nuova fase di maltempo, a causa dell’arrivo di una intensa perturbazione, la n. 6 del mese di marzo, accompagnata da forti venti meridionali e da molte piogge e temporali. Sabato al Centro-Nord cielo molto nuvoloso o coperto con piogge in prevalenza deboli e sparse, più probabili sulle regioni settentrionali e su Toscana, nord del Lazio, Umbria e Marche. In serata temporanea cessazione dei fenomeni nelle regioni centrali e all’estremo Nord-Ovest. Nella notte, infatti, riprenderà a piovere diffusamente in tutto il Nord-Ovest, mentre le piogge raggiungeranno le regioni centrali tirreniche e la Sardegna. Al Nord quota neve sui rilievi alpini e prealpini compresa tra 1300-1700 metri. Al Sud e sulla Sicilia la nuvolosità risulterà molto più irregolare, lasciando spazio ad ampie schiarite soprattutto la mattina e poi, di nuovo, in serata. Temperature massime in diminuzione al Nord, anche sensibile al Nord-Ovest, in aumento sul medio Adriatico, al Sud e nelle Isole: in Sardegna e nel nord della Sicilia si potranno superare i 20 gradi. Venti meridionali in intensificazione a partire dai mari di Ponente. Quella di domenica sarà una giornata di maltempo sulle regioni centro-settentrionali. Le precipitazioni risulteranno più intense e abbondanti al mattino nelle regioni di Nord-Ovest, nella seconda parte della giornata su quelle di Nord-Est e sulle regioni centrali tirreniche. Non si escludono alcuni temporali. In Liguria, sull’alta Toscana, lungo la fascia prealpina centro-orientale e Friuli si potranno anche superare i 50 litri al metro quadrato. Quota neve al Nord compresa almeno oltre 1400 metri sulle Alpi occidentali, fino a 1600 metri su quelle centro-orientali. Al Sud e nelle Isole nuvolosità variabile con zone di sereno più ampie su Calabria e Sicilia, mentre in Sardegna e in Campania nel corso della giornata non si esclude qualche locale pioggia. Venti da moderati a forti, di Scirocco sul mare Adriatico e sul mar Ionio, di Libeccio sui mari di Ponente e sulla Sardegna. Mari da mossi ad agitati. Temperature in aumento al Nord-Est, al Centro-Sud e sulla Sicilia, in diminuzione in Sardegna. Caldo anomalo al Sud e in Sicilia, dove si potrebbero anche sfiorare i 25 gradi. La perturbazione abbandonerà l’Italia all’inizio della prossima settimana. Alle sue spalle, però, l’atmosfera resterà ancora piuttosto instabile. In particolare, nelle regioni tirreniche, all’estremo Nord-Est e sulla Sardegna, dove saranno ancora possibili alcune precipitazioni. Con la cessazione dei venti di Scirocco e l’ingresso di aria più fresca dall’Atlantico, le temperature tenderanno a diminuire in modo più sensibile sulle regioni adriatiche e su quelle meridionali, con valori che in generale si riporteranno nella norma.

La tendenza meteo della settimana

Ultime news

Le news più lette