Scoperto un coccodrillo coi denti da T-Rex

Il predatore è vissuto nel Giurassico ed è stato ribattezzato Razana. Nello studio anche scienziati italiani

| Redatto da Meteo.it

Mascella armata di enormi denti seghettati, lungo sette metri e pesante una tonnellata. Sono alcune delle caratteristiche di un temibile predatore vissuto durante il Giurassico. Ribattezzato “Razana”, l’animale è stato descritto per la prima volta sulla rivista Peer J da un gruppo di paleontologi italiani e francesi guidati da Cristiano Dal Sasso del Museo di Storia Naturale di Milano. Il suo aspetto era quello di un coccodrillo dal cranio alto e massiccio, con un morso letale, paragonabile a quello del T-Rex e in grado di triturare ossa e tendini.

Maganuco

È vissuto circa 170 milioni di anni fa nell’area meridionale del super continente Gondwana, che corrisponde all’odierno Madagascar. I paleontologi avevano ipotizzato la sua esistenza già nel 2006, ma non erano stati in grado di stabilire se si trattasse di un coccodrillo o un dinosauro. Utilizzando Tac e stampa 3D, i ricercatori hanno analizzato i reperti fossili del predatore ritrovati negli anni ’70 in Madagascar e che oggi sono conservati al Museo di storia naturale di Tolosa, in Francia e in quello di Milano. La ricostruzione tridimensionale ha rivelato che Razana era un “notosuco”, ovvero un coccodrillo di terra, parente lontano di quelli acquatici moderni. L’animale, secondo i ricercatori, apparteneva ad un ramo che si sarebbe evoluto separatamente per poi estinguersi.

Ultime news

Le news più lette