La situazione in tempo reale del 5 marzo 2016

Redatto da RedazioneIl 5 marzo 2016
ore 18:00
La perturbazione nr.2 sta richiamando venti molto intensi di Scirocco con raffiche a 80km/h. Le temperature sono salite in Sicilia, raggiungendo picchi di 19°C. Domani ancora venti forti di Maestrale in Sardegna e di Scirocco sullo Ionio. 
ore 18:00
ore 17:00
Il nucleo più attivo della perturbazione si sta spostando verso sud-est. Numerosi temporali si stanno verificando in Toscana e nella notte sono attesi forti fenomeni in Campania. 
ore 17:00
ore 16:00
Un'altra immagine dal Piemonte imbiancato: qui siamo a Sangano, nel Torinese.
ore 16:00
ore 15:00
Eccezionale il quantitativo di pioggia caduto nelle ultime ore su Genova: ben 104 litri per metro quadro. Le precipitazioni sono proseguite pressoché incessantemente dall'alba: alle 6.00 si registravano 30 litri per metro quadro, alle 10.00 se ne contavano 54, a mezzogiorno 90 e, poco fa, addirittura 104.
ore 15:00
ore 14:30
Queste bellissime foto ci mostrano il paesaggio, reso decisamente invernale dalle nevicate delle ultime ore, in Trentino Alto Adige.
ore 14:30
La situazione in tempo reale del 5 marzo 2016
ore 14:00
A causa delle nevicate di questa mattina alcune automobili sono fine te di traverso sulla carreggiata dell'A8 in direzione Varese. Traffico, di conseguenza, bloccato. La situazione è poi migliorata e il traffico ha ricominciato a scorrere: la velocità è risultata comunque ridotta anche a causa della chiusura dello svincolo di Gazzada. Questa foto è stata inviata a Meteo.it da Daniele Venegoni, che l'ha scattata proprio nelle prime ore di questa mattina.
ore 14:00
ore 12:00
Queste webcam ci mostrano le tante località del Piemonte imbiancate dalle nevicate delle ultime ore. Dall'alba, infatti, si registrano precipitazioni nevose in buona parte della regione. Come abbiamo visto, la neve è caduta anche su Torino. In collina sono già caduti un paio di centimetri: cosa che ha fatto scattare il piano anti-neve del Comune, con sgombraneve e spargisale già in azione da alcune ore. L’allerta gialla annunciata nelle scorse ore dovrebbe cessare nel pomeriggio, con le prime schiarite. Nelle zone di montagna sono attesi accumuli fino a 50-70 cm; accumuli tra i 10 e i 20 centimetri anche a quote di pianura nel Cuneese. Pericolo valanghe in aumento fino a grado 4 (forte) sui rilievi del Cuneese e sulle Alpi Lepontine e Pennine. Chiuso nella notte il valico internazionale della galleria del Tenda per il rischio slavine sul versante francese, da alcune ore è attivo sull’autostrada Torino-Savona il filtraggio dinamico dei mezzi. Potete seguire la situazione live con l'aiuto delle nostre webcam del Piemonte.
ore 12:00
La situazione in tempo reale del 5 marzo 2016
La situazione in tempo reale del 5 marzo 2016
La situazione in tempo reale del 5 marzo 2016
ore 11:00
In questo inizio di giornata sta nevicando fino a quote di pianura in Piemonte (compresa la città di Torino), nell’estremo nordovest della Lombardia: in alcuni casi, queste nevicate sono risultate anche copiose. Sul basso Piemonte, addirittura, sono stati segnalati alcuni temporali di neve. A quote superiori i 300-400 metri, localmente, si sono già registrati accumuli superiori ai 10 cm di neve. Si tratta di nevicate che potrebbero proseguire fino al primo pomeriggio, per poi cessare con lo spostamento della perturbazione verso est. Questa foto inviataci dall'utente di Meteo.it, Christian Cacici, mostra proprio la città di Torino imbiancata dalla neve caduta nelle prime ore di oggi.
ore 11:00
ore 10:00
Dalla mezzanotte alle ore 09.00 di oggi a San Giacomo, nel Savonese, si è già registrato un accumulo di ben 64 litri per metro quadro di pioggia.
ore 10:00
ore 09:00
Come preannunciato, già nelle prime ore di oggi si stanno registrando piogge intense soprattutto al Nordovest. L'immagine del radar ci mostra le zone maggiormente colpite dalle precipitazioni: Piemonte, Liguria, Lombardia. Piogge anche in Emilia, parte del Veneto e del Trentino Alto Adige. Qualche precipitazione sul Friuli Venezia Giulia.
ore 09:00
ore 08:00
L'immagine aggiornata del satellite ci mostra l'intensa perturbazine n. 2 di marzo che nelle prossime ore porterà piogge in gran parte del Centronord, con il rischio di temporali forti o addirittura veri e propri nubifragi soprattutto in Liguria e nelle regioni centrali tirreniche; le zone alpine invece verranno nuovamente imbiancate da abbondanti nevicate anche sotto i 1000 metri.
ore 08:00
La situazione
Nelle prossime ore giungerà sull’Italia una nuova intensa perturbazione (la n°2 di marzo) accompagnata da piogge che nel corso del giorno bagneranno gran parte del Centronord, con il rischio di intensi nubifragi o temporali in Liguria e regioni centrali tirreniche; le zone alpine verranno nuovamente imbiancate da abbondanti nevicate anche sotto i 1000 metri. Domenica il fronte perturbato si sposta al Sud lasciando però dietro si se molta instabilità con il risultato che la giornata vedrà ampi momenti soleggiati al Centronord, ma con lo sviluppo di numerosi rovesci o temporali.
La situazione
Oggi
Oggi nelle regioni del medio versante Adriatico, al Sud e sulla Sicilia giornata soleggiata soprattutto al mattino e nuvolosità irregolare in transito durante il pomeriggio. Nel resto del Paese cielo da nuvoloso a coperto. Al Nord precipitazioni dapprima al Nordovest, Trentino Alto Adige e Alpi orientali, in estensione nella seconda parte della giornata al resto del settentrione. Al Centro precipitazioni isolate al mattino sulla Toscana, in estensione nel pomeriggio su Lazio e Umbria, in serata anche su Marche e Abruzzo. Nella notte piogge e rovesci raggiungeranno la Campania. Le precipitazioni risulteranno localmente intense tra Liguria centrale, Piemonte orientale, nord e ovest della Lombardia (fenomeni più abbonanti sulla fascia prealpina centro-orientale con accumuli anche superiori a 50 litri su metro quadro nelle 24 h); nel pomeriggio il rischio di intense precipitazioni si trasferirà tra Toscana, Emilia e regioni di Nordest. Non si escludono locali temporali nel settore centrale Tirrenico tra pomeriggio e sera. La neve scenderà fino a 600/800 metri, ma localmente a quote inferiori (400/500 metri) tra il nord del Piemonte e il nord della Lombardia. Sull’Appennino settentrionale lo quota neve sarà a 1000/1200 metri in rialzo. Nevicate abbondanti: ad una quota superiore ai 1000 metri attesi anche 50 cm di neve. Venti meridionali in rinforzo su tutti i mari e sulla Penisola, da moderati a localmente forti con raffiche superiori ai 60 km/h. Temperature massime in diminuzione al Nord, più sensibile al Nordovest, in rialzo (anche fino a 5°C in più) al Centrosud e sulle Isole.
Oggi
Cos'è successo nei giorni appena trascorsi?

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A FEBBRAIO 2016
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GENNAIO 2016
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A OTTOBRE 2015
 
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A SETTEMBRE 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO AD AGOSTO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A LUGLIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GIUGNO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A MAGGIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A APRILE 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A MARZO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A FEBBRAIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GENNAIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE 2014
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE 2014

La situazione in tempo reale del 5 marzo 2016
Cambia località