MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_effemeridi_ MT_effemeridi_map MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ MT_fenotipo_ Slice 1 TGCOM24 MT_mari_ MT_mari_map MT_mari_ MT_mari_map MT_mari_ MT_mari_map MT_mari_ MT_mari_map - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Artboard 2 Copy Artboard 1 MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ MT_uv_outline_ 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01 01 MT_venti_map 01 01 01 01
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

Italia sempre più fragile: oltre l’88% dei comuni italiani è a rischio idrogeologico

Gran parte del territorio italiano è a rischio frane e alluvioni

 | Redatto da Redazione
Dall’ultimo rapporto Dissesto idrogeologico in Italia, pubblicato dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) emerge un quadro davvero preoccupante: la maggior parte del territorio italiano è a rischio idrogeologico.
Italia sempre più fragile: oltre l’88% dei comuni italiani è a rischio idrogeologico Previsioni | METEO.IT

Il nostro Paese, a causa della sua conformazione geologica, geomorfologica e idrografica, è già in partenza predisposta a fenomeni di dissesto. L’intensa e incontrollata urbanizzazione del dopoguerra, la deforestazione e l’abbandono delle zone montane ha aumentato il numero di aree vulnerabili. 

Il clima, inoltre non aiuta. Aumenta la frequenza di fenomeni meteorologici estremi e la loro intensità: piogge, che normalmente dovrebbero cadere nell’arco di mesi, vengono concentrate in poche ore provocando piene improvvise e rischi sempre più alti per la popolazione.

Italia sempre più fragile: oltre l’88% dei comuni italiani è a rischio idrogeologico Previsioni | METEO.IT
Secondo il rapporto dell’ISPRA i comuni a rischio idrogeologico (rischio di frane e alluvioni) sono 7.145 su 8.092, ossia ben l’88,3% dei comuni italiani. Si tratta di un’area di quasi 50 mila km2. Si tratta di un aumento considerevole rispetto all’anno precedente (6.600 comuni a rischio, l’82% del totale). Interessati direttamente oltre 5,6 milioni di persone residenti in zone a rischio frane, e 9 milioni in zone a rischio di alluvioni

Tutti i comuni di Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Molise, Basilicata e della Valle d’Aosta, sono interessati da pericolosità medio-alta rispetto al rischio di frane e alluvioni.

Le province di Ferrara, Ravenna e Aosta presentano le percentuali più elevate di superficie complessivamente classificata a pericolosità medio-alta da frana e idraulica.


Aumenta il numero di frane

Italia sempre più fragile: oltre l’88% dei comuni italiani è a rischio idrogeologico Previsioni | METEO.IT

Il numero di eventi franosi, verificatisi sul territorio italiano, sta aumentando e negli ultimi anni hanno interessato principalmente le provincie di Genova, Messina, La Spezia, Salerno e Bolzano.

Se si considera l’intera scala del rischio (molto elevato, elevato, medio, moderato) e le aree di attenzione le regioni maggiormente coinvolte sono Valle d’Aosta, Campania, Liguria e Toscana. Qui la metà del territorio o più, è a rischio frane. Il rischio maggiore in Valle d’Aosta, dove l’81,9% del territorio ha pericolosità per frana elevata.

Rischio alluvioni

L’allagamento temporaneo di aree che abitualmente non sono coperte d’acqua può essere provocata dall’esondazione di fiumi, torrenti, canali, laghi e, per le zone costiere, dalle inondazioni del mare.

La gravità degli eventi alluvionali dipende dalle condizioni meteorologiche, dalle caratteristiche del territorio e dal numero di abitanti ed edifici interessati al potenziale danneggiamento.

Rischio alluvioni
Dal rapporto dell’ISPRA il 4% del territorio italiano è ad alta pericolosità idraulica, sale all'8% per pericolosità media. Direttamente coinvolti oltre 9 milioni di abitanti residenti principalmente in Emilia-Romagna, Toscana, Veneto, Lombardia e Liguria. Tra queste spicca l’Emilia-Romagna: sui 22.452 chilometri quadrati regionali, il 45% è a pericolosità idraulica media, l’11% della regione a pericolosità alta.


Leggi anche: 

• Le vittime del clima nel 2015
• Il 2015 batte ogni record
• Gas serra: livelli record
• Meteo in Europa 
• Italia dall'Alto
• Terra prima e dopo l'uomo
• Tornado in Italia nel 2015  
• Gli effetti del clima in Italia: coste a rischio
• Smog: classifica delle regioni e delle città italiane 
• Mari e oceani più alti di 1 metro: gli scenari possibili

Italia sempre più fragile: oltre l’88% dei comuni italiani è a rischio idrogeologico Previsioni | METEO.IT

Ultime news

Le news più lette