Cosa fare in caso di tromba d'aria

| Redatto da Meteo.it

I tornado più violenti possono spazzar via interamente una casa e i suoi occupanti, ma per fortuna la maggior parte delle trombe d'aria che si formano non sono così intense. Conoscere i luoghi sicuri e le vie di fuga può, in ogni caso, essere molto utile, per evitare di subire danni personali a causa del passaggio di una tromba d'aria.

Come si formano i Tornado?

La formazione di questi fenomeni meteorologici estremi è tutt'altro che banale. I tornado si verificano in presenza di masse d’aria calda e umida che scorrono nei bassi strati dell'atmosfera, mentre al di sopra sopraggiungono venti più freddi e secchi, presenti in alta quota.
In queste situazioni l’elemento fondamentale è il forte contrasto termico: al contatto tra le masse d’aria, quella calda tende a salire verso l'alto, mentre l'aria più fredda (e più pesante) cade verso il basso, con un moto vorticoso amplificato quando le direzioni dei venti al suolo e in quota hanno diverse velocità e direzioni.
I tornado più potenti sono quelli mesociclonici, cioè quelli che si originano alla base di nubi cumuliformi, temporalesche, roteante. In queste situazioni, un ingrediente fondamentale perché il tornado si inneschi è l’umidità presente in atmosfera, un vero e proprio “carburante” per lo sviluppo di fenomeni intensi.
Bisogna sottolineare che non sempre queste condizioni atmosferiche danno vita alla formazione di tornado: bastano alcune minime variazioni per smorzare sul nascere la possibilità che si formi il vortice.

Come si formano i Tornado?

Cosa fare se ti trovi...

In una casa con un seminterrato: stare lontani da porte e finestre. Raggiungere il seminterrato e rifugiarsi sotto un piano di protezione resistente (tipo un pesante tavolo o un banco di lavoro), o coprirsi con un materasso o un sacco a pelo, possibilmente proteggere la testa con un casco o elmetto. Evitare di posizionarsi sotto oggetti pesanti che si trovano al piano sopra (tavoli, frigoriferi, lavatrici): il pavimento indebolito potrebbe crollare.

In una casa senza piano interrato, o appartamento: stare lontani da porte e finestre. Dirigersi verso il piano più basso, e rifugiarsi o in una piccola stanza centrale della casa (come un bagno o un ripostiglio), o sotto una scala, o in un corridoio interno senza finestre. Accucciarsi il più possibile al pavimento e coprire la testa con le mani. Una vasca da bagno potrebbe offrire una protezione parziale. Anche in una stanza interna, è necessario coprirsi con una sorta di imbottitura spessa (materasso, coperte, ecc), per proteggersi contro le cadute di detriti nel caso in cui il tetto o il soffitto crollino. Nel caso lo si abbia indossare un casco o un elmetto.

In un edificio pubblico, ospedale, casa di cura o grattacielo: dirigersi in una zona senza finestre, solitamente centrale, dell'edificio - lontano da vetri e al piano più basso possibile. Accovacciarsi e coprire la testa. Le scale interne sono generalmente buoni rifugi per mettersi al riparo, e se non troppo affollate, consentono di raggiungere il piano terra più velocemente. Evitare gli ascensori; si potrebbe essere intrappolati in caso di mancanza di corrente.

In una roulotte o camper: uscire velocemente. Anche se la roulotte fosse ancorata a terra, non è sicuro rimanere all'interno. Dirigersi verso una vicina struttura, o un rifugio.

A scuola: dirigersi verso la sala più interna o in una stanza senza finestre in modo ordinato. Accucciarsi al pavimento, a testa bassa, e proteggere la parte posteriore della testa con le braccia. Stare lontano da finestre e ampie stanze aperte come palestre e auditorium.

In una macchina o un camion: i veicoli sono estremamente pericolosi in caso di tornado. Se il tornado è visibile, e ancora lontano, e la viabilità non è congestionata, si riesce a non incrociare il suo percorso spostandosi ad angolo retto rispetto alla direzione del tornado. Appena possibile cercare riparo all'interno di un edificio solido, o in un sotterraneo, se possibile.
Se sorpresi da venti forti o detriti, parcheggiare l'auto nel modo più rapido e sicuro possibile, lontano dalle corsie. Rimanere in macchina con la cintura di sicurezza allacciata. Abbassare la testa sotto il livello dei finestrini e ripararla con le mani o possibilmente con una coperta, un cappotto, o qualcosa di imbottito. Se è possibile allontanarsi dalla carreggiata in maniera sicura, abbandonare il veicolo e sdraiarsi a terra, negli avvallamenti del terreno coprendosi la testa con le mani. Evitare di cercare riparo sotto i ponti, che in generale possono risultare pericolosi e non offrono adeguata copertura dai detriti alzati dal vento.

Nelle aree all'aperto: se possibile, cercare rifugio in un edificio. In caso contrario, sdraiarsi a faccia in giù sul terreno, proteggendosi la parte posteriore della testa con le braccia. Tenersi il più lontano possibile da alberi e auto che possono esservi scagliati contro dalla furia del tornado.

In un centro commerciale o negozio di grandi dimensioni: non farsi prendere dal panico. Seguire gli altri. Dirigersi il più rapidamente possibile verso un bagno interno, un ripostiglio o un altro spazio chiuso piccolo, lontano dalle finestre.

In una chiesa o un teatro: non farsi prendere dal panico. Se possibile, dirigersi rapidamente ma in maniera ordinata verso un bagno interno o corridoio, lontano dalle finestre. Accucciarsi a faccia in giù e proteggere la testa con le braccia. Se non c'è abbastanza tempo per farlo, mettersi sotto i sedili o le panche, proteggendo la testa con le braccia o le mani.

Cosa fare se ti trovi...

Leggi anche:
• Tornado tra Dolo e Mira, in provincia di Venezia
• Tornado a Venezia: la testimonianza di Valentina Abinanti
• Tornado in Italia: gli eventi nel 2014 e la scala Fujita


Pubblicato da Meteo.it in data 9 luglio 2015

Cosa fare in caso di tromba d'aria | NEWS METEO.IT

Ultime news

Le news più lette