LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

Allergia ai pollini, i 10 consigli del Ministero della Salute

Contro i problemi respiratori le indicazioni e i comportamenti da seguire nei periodi a rischio

| Redatto da Meteo.it

Il picco delle allergie respiratorie non si registra più solo in primavera. A causa dei cambiamenti climatici infatti subiamo reazioni allergiche incontrollate anche in altri periodi dell'anno. Il Ministero della Salute lancia dunque alcuni consigli per limitare i danni provocati da queste patologie. Nel dettaglio:

1. Se si sospetta di essere affetti da un'allergia respiratoria, la prima cosa da fare è rivolgersi al proprio medico curante per identificare l'allergene e stabilire un corretto protocollo terapeutico.
2. È bene iniziare a consultare i calendari pollinici per conoscere la fioritura delle piante che stimolano i sintomi.
3. Individuati i periodi pericolosi per la salute respiratoria, concentrare le uscite in prima mattina o tarda serata, per evitare le maggiori concentrazioni di polline.
4. Evitare le gite in campagna, soprattutto durante le giornate ventose. Non passeggiare nei prati falciati di recente.

Allergie di primavera

I rischi allergia sia all'aperto sia in casa

5. Nei periodi di picco pollinico, evitare di viaggiare in macchina con i finestrini aperti: è preferibile usare l'aria condizionata dotata di filtri anti-polline.
6. Le attività all'aperto non vanno intraprese durante le ore centrali della giornata, specie se soleggiata o ventosa.
7. Evitare le strade trafficate e quanto più possibile i parchi.
8. Lavare spesso i capelli: i pollini vi si sedimentano e possono scatenare reazioni allergiche durante il sonno.
9. Rimanere in casa durante gli eventi temporaleschi che puliscono l'aria, ma scatenano anche reazioni nella vegetazione.
10. Tenere chiuse le finestre durante le ore centrali della giornata.

Ultime news

Le news più lette